lunedì 16 settembre 2013

La nomina di mister Carmine Tarantino a Referente Tecnico per l'attività di base e per l'attività agonistica. Tonelli: prerogative dallo scorso anno del progetto "Io Calcio a 5"

In relazione all'incarico assunto da mister Carmine Tarantino e per meglio capire ruolo e compiti assunti dal tecnico napoletano nell'ambito del progetto "Io Calcio a 5", riporto un articolo pubblicato sul sito della Divisione in data 31/08/2013 a beneficio di quanti, compreso me, ancora in vacanza, se lo fossero perso. L'articolo fa chiarezza sul prosieguo del progetto sopra citato (4° anno), all'indomani delle dimissioni del Prof. Riccardo Manno passato alla Fiorentina calcio.


L'Articolo
"A scuola di Futsal, Io Calcio a 5, Tonelli: "Novità e continuità per i giovani; con Figc e Lnd investiremo ancora per accompagnare le società nelle scuole"Con la nuova stagione, oltre ai vari campionati nazionali, prende il via il quarto anno del progetto “Io Calcio a 5”. Il 2013-14 vedrà affermarsi nuove iniziative, mirate soprattutto al settore della formazione, strategico e cruciale, oltre a confermare le iniziative della scorsa stagione che hanno riscosso maggiore successo. A Riccardo Manno, inserito nello staff tecnico della Fiorentina Calcio, va il ringraziamento per il prezioso e proficuo lavoro intrapreso. In tale contesto la Divisione, proseguendo nella collaborazione già instaurata nella passata stagione, ha ritenuto di condividere le esperienze del Professor Nico Bianco e del sig. Carmine Tarantino come referenti tecnici per l’attività di base e per l’attività agonistica, che dallo scorso anno rientra tra le prerogative di “Io Calcio a 5”. Come ogni anno sarà dedicata particolare attenzione alle società per l’accompagnamento nella istituzione delle scuole di futsal nelle realtà in cui mancano, come per lo sviluppo ed i miglioramenti in quelle dove sono già presenti. Avrà di nuovo risalto il Futsal Camp che ha avuto un ottimo riscontro soprattutto per i giovani visionati durante l’ultimo Torneo delle Regioni per le categorie Allievi e Giovanissimi. “In tre anni questo progetto condiviso dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC ha raggiunto alcuni degli obiettivi che ci eravamo prefissati”, ha detto il Presidente della Divisione Calcio a cinque, Fabrizio Tonelli, “Il più importante è quello di essere riusciti a condividere con le società la crescita delle loro scuole calcio a 5, facendo comprendere loro come questa fosse una strada fondamentale per lo sviluppo territoriale della disciplina e soprattutto delle stesse società”. La strada da percorrere è ancora molto lunga e per ora “Io Calcio a 5”, - ha sottolineato il Presidente -, è “riuscito ad aumentare in maniera significativa i numeri dei bambini tesserati e con l’ultima edizione delle Finali Scudetto giovanili si è potuta apprezzare anche una crescita della qualità tecnica dei ragazzi”. “Con il coordinamento di Roberto Menichelli, l’esperienza di Tarantino nella formazione dei giovani attraverso i Futsal Camp e durante la stagione, con le competenze del Prof. Bianco nella valorizzazione delle scuole calcio a 5 ed il lavoro di Albani, sapranno far apprezzare gli obiettivi di “Io Calcio a 5” per i quali ovviamente ci sarà necessità di molta pazienza". Tra gli obiettivi di “Io Calcio a 5”, quest’anno si aggiunge la valorizzazione della formazione dei tecnici che curano i vivai e lo sviluppo dei settori giovanili. “La formazione degli istruttori delle scuole calcio a 5 e degli allenatori delle squadre giovanili”, aggiunge il Ct della Nazionale Italiana e responsabile tecnico del progetto “Io Calcio a 5”, Roberto Menichelli, “è un fattore determinante per il processo di formazione del giocatore di futsal”. Riguardo al Futsal Camp, Menichelli aggiunge: “Questo stage riservato ai ragazzi Under 15 e Under 17 è un'attività che rientra all'interno di una programmazione tecnica orientata a collegare il percorso formativo del giocatore di futsal che inizia attraverso l'attività di base, con le scuole calcio a 5, e termina con la Nazionale giovanile Under 21 che farà attività selezionando prevalentemente giocatori "sotto età" secondo il progetto tecnico avviato nei primi mesi del 2013”.
Tutto chiaro no?

Nessun commento:

Posta un commento