martedì 9 aprile 2013

A Proposito dell'annunciata rinuncia del Rieti ad iscriversi al prossimo campionato........a chi giova?

Mi stupisce l'assenza totale di commenti al comunicato del Rieti che ha annunciato le dimissioni del presidente Pietropaoli e la decisione di non iscriversi al prossimo campionato. La società reatina assicura, comunque, la corretta partecipazione della squadra a tutti gli impegni previsti fino al termine della stagione. In serie A dunque,dopo il flop del Five Putignano che, per due terzi del campionato, ha schierato la squadra juniores, è stata preannunciata la scomparsa di un altra squadra dal panorama del futsal nazionale.
Non c'è da stare allegri. Per gli amanti di questa disciplina che, non riesce ad emergere dalla palude in cui è abilmente tenuta dai vertici federali, non hanno nulla per cui gioire. Il calcio a 5 sta franando e niente e nessuno potrà invertirne la rotta. La crisi degli sport minori è sotto gli occhi di tutti ma quello che accade nel calcio a 5 italiano non si verifica nelle altre discipline. Pallanuoto, Hockey a rotelle e sul ghiaccio, pallavolo, basket, beach-volley ecc..ecc., pur con gli stessi problemi di sponsorizzazione, non mostrano gironi zoppi per mancate iscrizioni o ritiri di squadre nel bel mezzo del campionato o l'impiego dell'intera rosa juniores in sostituzione dei titolari che abbandonano la squadra per mancanza di fondi. L'annunciato ritiro del Rieti dovrebbe essere l'ennesimo campanello d'allarme da far suonare con assordante insistenza al terzo piano di via Po 24 a Roma (sede della Divisione calcio a 5 nazionale). Ma chi dovrebbe far suonare questo campanello? Il presidente Pietropoaoli ci sta provando ma non basterà, il nostro è un movimento in cui il bene comune non interessa nessuno, ogni società si accontenta di tenere in ordine, più o meno, il proprio orticello e che tutto il resto va in malora sembra non interessare nessuno. Ognuno per se e Dio per tutti! Ma il massimo dell'incoerenza, della mancata di sportività o fair play, qual dir si voglia è stato un commento di un giornale on line campano che, con malcelata enfasi, da la notizia del rinuncia del Rieti ( 10mo. con 27punti) al prossimo campionato come una ulteriore possibilità per il Napoli (11mo. con 25 punti) di salvarsi direttamente senza dover passare per le forche caudine dei play-out. Il giornalista, visibilmente coinvolto e interessato alle sorti della squadra campana da vero e convinto “ultras”, evidenzia con una fastidiosa malizia che poco a che fare con il fair play di cui tutti vantano di averne l’esclusiva, la possibilità per la squadra cara al presidente Cardillo, di rimontare in classifica la squadra reatina alla quale potrebbe venir meno, nelle due rimanenti gare della regular season (Verona in casa e  fuori con l’Acqua & Sapone), l’entusiasmo di combattere per ottenere una salvezza priva di significato visto la preannunciata scomparsa della società reatina. “Mors tua vitae mea”? Questa locuzione indica molto crudelmente il fallimento di uno a vantaggio di un altro e viene usata per descrivere efficacemente un comportamento connotato da caratteri opportunistici. Sono certo che simili pensieri non hanno minimamente sfiorato la mente degli esperti dirigenti del Napoli, persone competenti e dalla sportività innegabile ai quali la notizia dell’annunciata scomparsa del Rieti ha arrecato solo un profondo dispiacere. E poi chi dice che i giocatori della squadra del presidente Pietropaoli non si impegneranno allo spasimo come fecero tre anni fa quelli del Napoli Futsal Barrese che pur sapendo che l’anno successivo la squadra non sarebbe stata iscritta a nessun campionato, si salvò giocando fino alla fine con grandissimo impegno nonostante la disponibilità di un ridottissimo numero di giocatori? La Barrese si salvò costringendo ai play-out le due cagliaritane ma la stagione successiva non si iscrisse, scomparendo così
dal panorama nazionale del calcio a 5. E’ opportuno quindi che Campano e soci facciano affidamento solo sulle proprie forze cercando di ottenere il miglior risultato possibile nei due rimanenti scontri di fine campionato in casa con il Pescara e fuori con il Kaos Bologna. Forza azzurri e tutti al palacercola sabato prossimo!!

Nessun commento:

Posta un commento